COMUNICARECOME

Portale di comunicazione

e d’informazione indipendente

postmaster@comunicarecome.it

Home  -  Presentazione  -  Panoramica di lettura  -  E-mail / Contatti  -  Links  -  Newsletter

Comunicazioni di massa  -  Comunicazione d’impresa & Cultura d'impresa  -  Mission e valori d’impresa

Salute / Divulgazione scientifica - Scienza e Scienze  -  Benessere naturale  -  A tutela della natura

Arte e Letteratura  -  Socie  -  Pianeta Informatica e Multimedialità  -  Viaggi e Turismo  -  Abitare l’Incanto

Campagne, Appelli, Petizioni  -  “Salto in lungo”: storie di donne e uomini del nostro tempo  -  Fari Universali

Vetrina Publishing  -  Vetrina Iniziative  -  Concorsi e Premi  -  Spazio Solidarietà

CATALOGO-Settori >>

 

 

 

 

PROGETTO FUTURO@LFEMMINILE

IL FUTURO? SPERIAMO CHE SIA FEMMINA…

La tecnologia al servizio delle donne con futuro@lfemminile

 

 

COMUNICATO STAMPA                                                                                                                  

Dicembre 2005

                                                                                                                                     

Il progetto di Microsoft per le donne,

in collaborazione con Accenture, Hewlett Packard e Intel

 

IL FUTURO? SPERIAMO CHE SIA FEMMINA…

 

La tecnologia al servizio delle donne con futuro@lfemminile

 

 

Donne e tecnologia: alleate con futuro@lfemminile             

Donne e tecnologia. Ancora oggi sembra un matrimonio impossibile. Le ricerche parlano chiaro: ancora poche le ragazze iscritte alle lauree tecnico-scientifiche e troppo poche le donne che lavorano nel settore dell’Information Technology. In tale contesto Microsoft promuove futuro@lfemminile, un progetto no profit dedicato alle donne per diffondere la consapevolezza che la tecnologia può essere loro alleata.

  

Il progetto futuro@lfemminile   

Futuro@lfemminile, nato per iniziativa di Microsoft e realizzato in collaborazione con Accenture, Hewlett Packard ed Intel, vuole valorizzare il contributo che le nuove tecnologie possono dare nell’aiutare le donne ad esprimere il loro potenziale, un territorio non più solo maschile, ma al servizio delle donne nei loro molteplici ruoli di studentesse e poi lavoratrici e madri. Patrocinato dal Ministero per le Pari Opportunità e dal Ministero dell’Innovazione e Tecnologia, futuro@lfemminile procede lungo quattro linee di sviluppo: Donne e lavoro, Donne e studio, Donne e vita quotidiana e Donne in azienda.

 

Donne e lavoro               

In Donne e lavoro trova spazio un progetto specifico sulle Pari Opportunità. Il progetto, in collaborazione con il Forum PA, prevede la raccolta e la valorizzazione delle best practice delle Pubbliche Amministrazioni italiane sulle Pari Opportunità realizzate attraverso l’uso della tecnologia, ovvero i progetti, le iniziative e i provvedimenti adottati da Comuni, Province e Regioni a favore delle donne. Le case history censite sono state raccolte sia su cd rom che su un sito Internet e presentate ufficialmente il 9 maggio a Roma nel Convegno “Donne e tecnologie” presso il Forum PA. Le 15 migliori esperienze nazionali sono state pubblicate nel libro “Donne e tecnologia. Le buone prassi nella pubblica amministrazione italiana”, con la prefazione del Ministro per le Pari Opportunità Stefania Prestigiacomo. Il volume, edito dal Sole 24 Ore, è stato presentato il 12 ottobre a Milano presso la sede della Provincia alla presenza delle Amministrazioni titolari dei progetti. Un’altra delle attività di Donne e lavoro è il rilancio, in altre città italiane, di Impres@Donna, una guida interattiva su cd-rom realizzata in collaborazione con la Camera di Commercio di Roma, che contiene tutte le informazioni utili per aspiranti imprenditrici. Il progetto pilota era stato lanciato con successo lo scorso anno a Roma. Ottimi i risultati: 4.500 cd-rom distribuiti, di cui 1.500 richiesti spontaneamente, 10.000 folder promozionali distribuiti presso gli uffici postali e notevole interesse da parte dei cittadini.

 

Donne e studio               

“Genere, scienza e tecnologia. Donne e mondo scientifico in Italia” è la ricerca commissionata da Microsoft all’Università Bicocca, all’interno del piano Donne e studio. I risultati mostrano che all’Università le ragazze, sebbene siano numericamente di più dei loro colleghi, affollano prevalentemente le facoltà umanistiche (83% degli iscritti è donna) e quelle del gruppo medico (67%), mentre quasi disertano quelle tecnico-scientifiche (15-20%). Società, cultura e motivazioni personali: questi i fattori che ancora relegano le donne nelle aree scientifiche a presenze di nicchia. Futuro@lfemminile promuove una serie di attività rivolte alle ragazze per incentivarle ad iscriversi alle facoltà tecniche, con il fine di agevolare una loro futura occupazione nel settore dell’Information Technology. I primi appuntamenti hanno coinvolto la città di Milano, scelta come area pilota: il 7 maggio, Politecnico e Università Bicocca, il 14 maggio, Università Statale, e, in luglio, Bocconi e Cattolica. La presenza di futuro@lfemminile si è articolata in vari modi, con la proiezione di un video che riproduce la “giornata tipo” di una donna che lavora in un’azienda tecnologica, la diffusione di informazioni sulle donne nel mondo dell’IT e sulle opportunità di stage, Graduates Academy, giornate di mentorship. Per le laureande, invece, sono previsti stage, borse di studio e giornate in azienda al fianco di manager donne, per sperimentare in prima persona la realtà lavorativa nel settore IT. Al termine di questa prima fase pilota, sono state contattate circa 3000 studentesse attraverso la distribuzione di materiale informativo e raccolti 350 questionari durante le giornate di orientamento.

 

Donne e vita quotidiana

Il computer è oggi diffuso in quasi tutte le case degli italiani, ma ad usarlo di più sono ancora mariti e figli: il 74.6% degli uomini usa normalmente il pc contro il 57.8 delle donne. La percezione femminile della tecnologia è ancora come qualcosa di distante da sé. Donne e vita quotidiana vuole far conoscere alle donne le possibilità offerte da una tecnologia non più fredda ed estranea ma loro alleata nel gestire i loro mille impegni quotidiani. Fanno parte del progetto, dossier pensati e realizzati per le “donne di corsa”, con consigli e novità per sfruttare al meglio le potenzialità del computer nella quotidiana lotta contro il tempo. Non solo. Dal 30 aprile al 25 giugno ha avuto luogo Mamme@web, un “tour formativo” in nove città italiane (Milano, Bologna, Torino, Padova, Firenze, Roma, Napoli, Bari, Catania) in cui mamme, lavoratrici e non, hanno appreso gli strumenti base del computer. Le partecipanti hanno potuto portare con sé i propri bambini, che hanno giocato in kinderheim allestiti vicino le sale dei corsi con operatrici specializzate per l’infanzia, con i videogiochi educativi e i giornalini di Winnie The Pooh. Alla prima edizione, hanno partecipato 232 donne e 132 bambini.

 

Donne in Microsoft        

Microsoft conta quasi 60.000 dipendenti distribuiti in oltre 80 Paesi. La mission di Microsoft – Your Potential Our Passion – si realizza proprio a partire dai suoi dipendenti, creando le condizioni migliori per poter sviluppare al massimo le potenzialità di ognuno. In quest’ottica futuro@lfemminile si fa portavoce di una politica che mira ad aumentare le opportunità nelle quali le donne possano esprimere il loro potenziale. Qualche esempio? La particolare attenzione all’inserimento di neolaureate, gli investimenti nell’ambito della formazione, la focalizzazione sui percorsi di carriera e sulle opportunità di sviluppo professionale. La realizzazione dell’asilo e la facilitazione del part time sono altre importanti iniziative volte a coniugare la gestione degli impegni professionali con la vita personale. “Crediamo nelle donne e nelle loro capacità”, sostiene Marco Comastri, Amministratore Delegato di Microsoft Italia, “ed è per questo che abbiamo promosso futuro@lfemminile e ci impegniamo per migliorare gli ambienti di lavoro e renderli più flessibili alle esigenze delle donne, anche attraverso la tecnologia.”

 

Donne in Accenture      

Accenture è un’impresa globale e multiculturale in cui il diversity management è considerato non solo una leva per raggiungere sempre maggiori vantaggi competitivi, ma anche un elemento fondamentale della responsabilità sociale d’impresa. Il glass ceiling (soffitto di vetro) che blocca l’ascesa delle donne a ruoli di sempre maggior responsabilità spesso è un limite oggettivo a creatività e innovazione. Partendo da questa consapevolezza Accenture ha messo a punto un programma denominato “Great Place to Work for Women” che mira a promuovere, riconoscere e valorizzare l’approccio femminile al lavoro e la “differenza di genere” in termini di cultura, competenze, stile di leadership, come risorse per generare un reale valore aggiunto per i singoli individui e le organizzazioni. "Fare tesoro delle peculiarità di cui è portatore ciascun individuo è ciò che rende Accenture speciale” afferma Gianfranco Casati Amministratore Delegato di Accenture, “è un vantaggio che dobbiamo alimentare, sia incoraggiando i differenti punti di vista, sia promuovendo la collaborazione tra persone appartenenti a culture e generi diversi”.

 

Donne in Hewlett Packard           

In HP, l’importanza della donna è una realtà: oggi, molti ruoli chiave all’interno della società sono ricoperti da donne, a conferma dell’attenzione dedicata al sostegno di pari opportunità di crescita in azienda. L’aumento di posizioni manageriali femminili è perseguito attraverso attività di recruiting mirate, formazione delle figure ad alto potenziale di crescita e organizzazione del lavoro flessibile, per offrire percorsi di carriera all’interno dell’azienda senza dover rinunciare alla famiglia. “Sono convinto che un’organizzazione aziendale diversificata rappresenti un’opportunità di crescita personale e professionale” ha dichiarato Nicola Aliperti, Amministratore Delegato di HP Italiana. “Idee e opinioni differenti stimolano creatività e innovazione, due leve strategiche per competere con successo nell’attuale scenario economico”.

 

Donne in Intel  

“Oggi sempre più donne guardano alla tecnologia come un elemento importante per la loro vita lavorativa, familiare, e sociale. A confermarlo del resto è anche uno studio condotto in America per conto di Intel, che evidenzia come le donne siano particolarmente entusiaste quando sono “nuove utenti”, cioè già da neofite imparano a sfruttarne più velocemente tutte le potenzialità. Per questo motivo abbiamo deciso di sostenere questo progetto, “futuro@lfemminile”: per rendere la tecnologia più amica anche a chi ne deve ancora scoprire tutti i vantaggi” - commenta Dario Bucci, Amministratore Delegato di Intel Corporation Italia.

 

Advisory Board              

Per accreditare e validare le attività di futuro@lfemminile è stato costituito un Advisory Board, che ha il compito di certificare e arricchire di contenuti l’intero progetto. Oltre al management di Microsoft, ne fanno parte esponenti dell’imprenditoria, del mondo accademico, del giornalismo, delle istituzioni pubbliche e delle associazioni. Cristina Bombelli, Docente Senior SDA Bocconi e fondatrice di “Laboratorio Armonia”; Arianna Censi, Consigliera Delegata alle Politiche di Genere della Provincia di Milano; Nicoletta Fiorucci, Presidente Anima, Associazione dell'Unione Industriali di Roma per la promozione della CSR; Lorella Gerosa, Enterprise Marketing Communication & Brand Manager di Hewlett Packard; Giulia Ligresti, Presidente e Amministratore Delegato di Premafin; Francesca Giudice, Vice President e Managing Director Symantec Southern EMEA; Gianna Martinengo, Rappresentante Camera di Commercio e Presidente del Comitato per l'Imprenditoria Femminile di Milano; Katia Martino, Dirigente del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali; Paola Mascaro, Senior Manager Marketing & Comunicazione Accenture; Sandra Mori, Senior Counsel Merges & Acquisitions di Coca Cola EEMEG; Francesca Zajczyk, Professore Ordinario Facoltà Sociologia dell’Università Bicocca; Marco Comastri, Amministratore Delegato di Microsoft Italia; Roberta Cocco, Direttore Comunicazione di Microsoft Italia e Responsabile del Progetto futuro@lfemminile.

 

Futuro@lfemminile è anche on line          

Tutti i contenuti e gli aggiornamenti delle attività del progetto sono consultabili sul sito www.futuroalfemminile.it

 

 

Per informazioni:

Ufficio stampa Hill & Knowlton Gaia

Nicoletta Vulpetti 06441640306 – 3473359814 vulpettin@hkgaia.com

 

 

Fonte: Ufficio stampa Hill & Knowlton Gaia

 

 

 

www.COMUNICARECOME.it

Resp.: Marina Palmieri

All rights reserved - Tutti i diritti riservati

 

Back to Home

 

Back to Inizio pagina corrente