COMUNICARECOME

Portale di comunicazione

e d’informazione indipendente

postmaster@comunicarecome.it

Home  -  Presentazione  -  Panoramica di lettura  -  E-mail / Contatti  -  Links  -  Newsletter

Comunicazioni di massa  -  Comunicazione d’impresa & Cultura d'impresa  -  Mission e valori d’impresa

Salute / Divulgazione scientifica - Scienza e Scienze  -  Benessere naturale  -  A tutela della natura

Arte e Letteratura  -  Socie  -  Pianeta Informatica e Multimedialità  -  Viaggi e Turismo  -  Abitare l’Incanto

Campagne, Appelli, Petizioni  -  “Salto in lungo”: storie di donne e uomini del nostro tempo  -  Fari Universali

Vetrina Publishing  -  Vetrina Iniziative  -  Concorsi e Premi  -  Spazio Solidarietà

CATALOGO-Settori >>

 

  >  Promo:  Ebook "IL FIGLIO ADOTTIVO"

 

|||||    AFFILIAZIONE    |||||

 

Immagine - Collezione privata. Vietata la riproduzione anche parziale. - Comunicarecome.it

SOCIETà

Immagine - Collezione privata. Vietata la riproduzione anche parziale. - Comunicarecome.it

>>>>  >>>>  >>>>        1 - 2 - 3 - 4 - 5        <<<<  <<<<  <<<<

<< pagina precedente  <><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><>  pagina successiva >>

Società > Sicurezza stradale > Prevenzione incidenti

 

Da questa pagina un appello di Comunicarecome.it:

Ciclisti, fate attenzione soprattutto quando è buio!

Una luce sulla bicicletta e/o un giubbetto fluorescente

possono fare la differenza ed evitare pericolosi incidenti!

Troppo spesso quando è buio, sulle strade provinciali e addirittura sulle strade statali, capita di notare persone che circolano su biciclette prive di qualsiasi luce. Un comportamento molto pericoloso, questo, sia per sé sia per gli altri, giacché al buio è piuttosto difficile - anche adottando la massima attenzione e guidando con cautela - rendersi conto con buon anticipo della presenza in strada di tali ‘ciclisti’. Non è raro, peraltro, il fatto che molti di questi ultimi trascurino di tenersi al margine della strada.

Il rischio di un simile comportamento nella circolazione stradale è, ovviamente, altissimo.

Eppure basterebbe poco per ridurlo: basterebbe, appunto, dotare la propria bicicletta delle apposite luci (una anteriore, l’altra posteriore) e, meglio ancora, dotarsi dell’apposito giubbetto colorato (di quelli, gialli o arancioni, che per intenderci devono avere in auto i guidatori per ogni occasione di emergenza), naturalmente avendo cura di indossarlo ogni volta che, dopo l’ora del tramonto, si sale sulla bicicletta e si percorrono strade pubbliche, incluse quelle a medio o lieve traffico.

Su questo stesso argomento, si invitano tutti i visitatori di Comunicarecome.it a esprimere la propria opinione (email: postmaster@comunicarecome.it), anche possibilmente narrando eventuali casi di pericolo sventato all’ultimo momento: pericolo che, proprio con un pizzico di attenzione in più anche da parte dei ciclisti, avrebbe potuto essere “neutralizzato” sin dall’inizio, evitando agli uni e altri (i ciclisti stessi e, dall’altra parte, i conducenti di veicoli motorizzati, ossia automobilisti, motociclisti, conducenti di taxi, autobus e simili) un tremendo spavento.

E, ancora, auspicabilissimo è il coinvolgimento di televisioni, radio, carta stampata per sensibilizzare quante più persone su questo stesso argomento - forse apparentemente “controcorrente”, ma sicuramente troppo sottaciuto - proprio per ricordare che con un po’ di buon senso in più è realisticamente possibile ridurre il rischio di certi incidenti notturni sulle strade.

Immagine - Collezione privata. Vietata la riproduzione anche parziale. - Comunicarecome.it

ICE (=In Case of Emergency)

ICE, acronimo di "In Case of Emergency" - "In Caso di Emergenza" - è lo pseudonimo internazionale sotto il quale sarebbe utile segnare sul proprio telefono portatile il numero telefonico della persona da contattare in caso d'urgenza.

L'idea è stata lanciata operatori delle ambulanze: una sollecitazione importante, nata dalla constatazione che molto spesso, pur avendo le vittime di incidenti (ossia i feriti) un telefono portatile con sé, gli stessi operatori non sanno chi contattare, non potendolo individuare tra la lunga serie di numeri memorizzati sul telefono stesso.

In caso vi fossero più persone da contattare si potranno utilizzare più pseudonimi "ICE", per esempio: ICE1, ICE2, ICE3, e così via.

Un semplice accorgimento, questo, che potrebbe ovviamente essere utile anche in tutti gli altri casi di soccorso (quindi anche da parte di polizia, pompieri e altre figure di soccorritori).

 

 

Nota: un vivo ringraziamento alla redazione di Managerzen.it per aver messo in evidenza l'utilità della stessa proposta "ICE" e per il suo invito a far circolare il messaggio di modo che questo comportamento rientri nei comportamenti abituali.

 

Immagine - Collezione privata. Vietata la riproduzione anche parziale. - Comunicarecome.it

Società > Incolumità delle persone e degli animali > Campagna "BOTTI? NO, grazie!"

 

Campagna "Botti? NO, grazie!"

 

[   Per l’incolumità delle persone e degli animali   ]

Immagine - Rif.:  Campagna "Botti? NO, grazie!", Amicidipaco.it

CAMPAGNA "BOTTI? NO, GRAZIE!"

Iniziativa: Fondo Amici di Paco - www.amicidipaco.it

 

Tra i punti-chiave:

-          rumore dei “botti” e conseguenze anche molto gravi per la salute fisica e/o psichica;

-          incolumità delle persone e degli animali;

-          pericoli di fuga, rischi per la strada;

-          quali attenzioni e precauzioni è possibile mettere in pratica.

 

 

Leggi tutto / Vd. Approfondimenti

su:

===          CAMPAGNA "BOTTI? NO, GRAZIE!"          ===

Fondo Amici di Paco

 

> collegamento >

 

 

Nota:

All'importante Campagna "Botti? NO, grazie!" lanciata anche quest'anno dal Fondo Amici di Paco è possibile aderire pure richiedendo (e utilizzando) l'Adesivo relativo alla Campagna stessa.

 

Riferimenti utili:

Fondo Amici di Paco, Associazione Nazionale per la Tutela dei Cani, Organizzazione di Volontariato O.N.L.U.S. - 25080 Padenghe sul Garda (BS) - Italy

Tel. +39 030 9903142 Fax +39 030 5109170  -  Sito Internet: www.amicidipaco.it  -  mail: paco@amicidipaco.it

 

 

Immagine - Collezione privata. Vietata la riproduzione anche parziale. - Comunicarecome.it

Società > Campagne di prevenzione

Campagna di prevenzione contro il fenomeno delle truffe agli anziani:

"SE HAI UN DUBBIO CHIAMA SUBITO IL 113"

Nota: Un'iniziativa nata e attivata nell'estate del 2006, ma che ci teniamo qui a evidenziare dacché le raccomandazioni in essa contenute per proteggere le fasce di popolazione più deboli dai raggiri dei malintenzionati sono - naturalmente - sempre valide: in ogni giorno, ogni stagione, ogni anno.

 

Altro in BOX  >> >>

 

 

>>>>  >>>>  >>>>        1 - 2 - 3 - 4 - 5        <<<<  <<<<  <<<<

<< pagina precedente  <><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><>  pagina successiva >>

 

BOX

■ 2006 - Campagna di prevenzione contro il fenomeno delle truffe agli anziani: "SE HAI UN DUBBIO CHIAMA SUBITO IL 113".

Obiettivo di questa campagna di prevenzione 2006, promossa dalla Polizia e dal Segretariato sociale Rai: invitare gli anziani a condividere i propri dubbi con la Polizia; aiutarli a difendersi dai raggiri di chi cattura la loro fiducia per poi derubarli; evitare il rischio delle pesanti conseguenze psicologiche scaturite dalle truffe stesse; superare il senso di sconforto e di vergogna, e quindi denunciare il fatto.

Il messaggio dell'iniziativa è stato veicolato alla popolazione tramite un agile spot trasmesso durante l'estate sulle tre reti Rai: "Se hai un dubbio chiama subito il 113. Saremo da te per aiutarti!"

Sul web alla pagina:

http://www.governo.it/GovernoInforma/Dossier/anziani_truffe/index.html

Torna su ^

 

>>>>  >>>>  >>>>        1 - 2 - 3 - 4 - 5        <<<<  <<<<  <<<<

<< pagina precedente  <><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><><>  pagina successiva >>

 

____DALL’ARCHIVIO DI COMUNICARECOME____

Societa >>> articoli

 

 

800669696

Numero verde

ANTIBULLISMO

1522

NUMERO GRATUITO

ANTIVIOLENZA DONNE

 

 

Sportello ANTI STALKING

Per prenotare un incontro telefonare al numero unico nazionale:

06 44246573

 

>>> Vd. Note >>>

 

 

 

 

 

AGIRE: emergenza siccita' in Africa Orientale.

 

http://www.agire.it/it/appelli_di_emergenza/africa_orientale.html

 

Dona ORA!

 

http://www.agire.it/it/appelli_di_emergenza/africa_orientale/427genzapk_it/dona%20_ora_it.html

 

 

AGIRE Onlus, AGENZIA ITALIANA RISPOSTA EMERGENZE:

 

www.agire.it

 

 

 

 

 

▀▄▀▄▀▄▀

 

 

Mappa CATALOGO - Libri, DVD, CD - CERCA per ARGOMENTO e per TEMI SPECIFICI  >>>

 

 

▀▄▀▄▀▄▀

 

 

Promo

Libri, DVD, CD

In evidenza:

 

Immagine - Rif.: "Conoscere i Cinesi. Tutto quello che c'è da sapere sui nuovi protagonisti della scena mondiale"  //  Virginia Busato

 

> Conoscere i Cinesi

Tutto quello che c'è da sapere sui nuovi protagonisti della scena mondiale

Virginia Busato

 

Questo piccolo manuale fornisce le conoscenze per capire il popolo che rappresenta un quinto dell'umanità intera, è lo strumento che vi accompagna lungo l'avventura verso il "Paese di Mezzo", sia che rappresenti commercialmente la vostra nuova "terra promessa", sia che vi coinvolga per passione o per semplice curiosità.

Questo libro, attraverso esempi pratici e situazioni reali, vi svelerà passo passo tutti i segreti per instaurare collaborazioni proficue e durature con i cinesi.

 

 

Indice:

Introduzione


La geografia e la storia della Cina
(Profilo e geografia; Popolazione; Cina amministrativa; Una storia millenaria)


La lingua cinese
(Evoluzione; Pronuncia; Lingua scritta)


Il confucianesimo e il modello di comportamento cinese
(Confucio ed il confucianesimo; La famiglia; L'individuo ed il gruppo; Gerarchie; Privacy; Taoismo e Buddismo)


Lijie, mianzi e guanxi, ovvero etichetta, faccia e connessioni
(Lijie, l'etica in Cina; Scambiarsi regali; Mianzi, ovvero il concetto di "faccia"; Guanxi, l'importanza del network)


Il cibo e le buone maniere
(Il banchetto; Il brindisi; Protocollo a tavola; I bastoncini; Conversazione; Pietanze ed ingredienti; La cucina; Tecniche della cucina cinese; Strumenti della cucina cinese; L'arte del tè)


Come evitare le gaffes
(In viaggio di lavoro; Parlando del più e del meno; Per la strada o nei locali; Comportamenti imbarazzanti; Linguaggio del corpo)


La negoziazione in Cina
(Primo contatto; Approccio strategico dei cinesi alla negoziazione; Approccio italiano; Basi dello stile di negoziazione cinese; Team a confronto)


Come ci vedono i cinesi e come noi vediamo loro
(Orgoglio nazionale; Nel lavoro; Amicizia con un cinese; Il giudizio dei cinesi; Il nostro giudizio)


Yin e Yang, Feng Shui e superstizioni
(Yin e Yang; Feng Shui; Festività cinesi tradizionali; Superstizioni e spiriti maligni; Scienza e tecnologia: le scoperte in Cina)


L'economia ed il futuro della Cina
(Deng Xiao e le riforme miracolose; Relazioni internazionali; Il duro compito del Governo; I protagonisti della scena politica cinese; Pechino 2008: le Olimpiadi dietro l'angolo)


Ringraziamenti


Bibliografia consigliata

 

 

 

Immagine - Rif.: "Resisto Dunque Sono. Chi sono i campioni della resistenza psicologica e come fanno a convivere felicemente con lo stress"  //  Pietro Trabucchi

 

> Resisto Dunque Sono

Chi sono i campioni della resistenza psicologica e come fanno a convivere felicemente con lo stress

Pietro trabucchi

 

Possiamo imparare a gestire lo stress. E nella nostra cultura c’è un ambito che può promuovere in modo strutturale la resilienza: il mondo dello sport che può essere utilizzato come metafora, ma anche come disciplina da cui mutuare metodologie ed esperienze, come fa Pietro Trabucchi in questo libro che sarà di aiuto a tutti coloro che vogliono vivere e non lasciarsi vivere.

Noi siamo costruiti per convivere quotidianamente con lo stress. A questo scopo possediamo dentro di noi, come un dono, un insieme di risorse che abbiamo ereditato dal passato e che costituiscono la nostra «resilienza». Ed è la resilienza la norma negli esseri umani, non la fragilità; la resilienza psicologica, ovvero la capacità di persistere nel perseguire obiettivi difficili, fronteggiando in maniera efficace le difficoltà che ci si presentano.

L’individuo resiliente ha una serie di caratteristiche psicologiche inconfondibili: è un ottimista e tende a «leggere» gli eventi negativi come momentanei e circoscritti; ritiene di possedere un ampio margine di controllo sulla propria vita e sull’ambiente che lo circonda; è fortemente motivato a raggiungere gli obiettivi che si è prefissato e di fronte a sconfitte e frustrazioni tende a non perdere la speranza. Ma la notizia migliore è che resilienza può essere potenziata.

 

Pietro Trabucchi - È uno psicologo che si occupa da sempre di prestazione sportiva, in particolare di discipline di resistenza. Ha seguito la Squadra nazionale di Sci nordico Torino 2006 e attualmente lavora con la Squadra nazione Vancouver 2010. Da molti anni opera con le Squadre nazionali di Triathlon. Autore di diversi libri, collabora con l’Università di Verona, con il Centro di ricerca in Bioingegneria e Scienze motorie dell’Università di Trento e con l’Istituto di Scienze dello Sport di Roma. Si è occupato di formazione in varie aziende sul tema della gestione dello stress. Appassionato di sport di resistenza e di alpinismo, per dimostrare la validità concreta delle sue teorie ha ultimato due volte l’Ultra Trail del Monte Bianco, ha scalato l’Everest dal versante Nord in occasione della spedizione «Everest Vitesse» e ha corso non-stop i 205 chilometri della Nove Colli Running.

 

 

 

Immagine - Rif.: "Ufo: il Fattore Contatto"  //  Roberto Pinotti

 

> Ufo: il Fattore Contatto

Roberto Pinotti

 

 

 

 

▀▄▀▄▀▄▀

 

 

 

 

 

www.COMUNICARECOME.it

Resp.: Marina Palmieri

All rights reserved - Tutti i diritti riservati

 

Back to Home

 

Back to Inizio pagina corrente