COMUNICARECOME

Portale di comunicazione

e dfinformazione indipendente

postmaster@comunicarecome.it

Home  -  Presentazione  -  Panoramica di lettura  -  E-mail / Contatti  -  Links  -  Newsletter

Comunicazioni di massa  -  Comunicazione dfimpresa & Cultura d'impresa  -  Mission e valori dfimpresa

Salute / Divulgazione scientifica - Scienza e Scienze  -  Benessere naturale  -  A tutela della natura

Arte e Letteratura  -  Socie  -  Pianeta Informatica e Multimedialità  -  Viaggi e Turismo  -  Abitare lfIncanto

Campagne, Appelli, Petizioni  -  gSalto in lungoh: storie di donne e uomini del nostro tempo  -  Fari Universali

Vetrina Publishing  -  Vetrina Iniziative  -  Concorsi e Premi  -  Spazio Solidarietà

 

<> 

 

 

 

 

 

 

||  Settimana di sensibilizzazione #NonSeiDaSola     ||  Piano quadriennale antiviolenza 2015-2018

||  Progetto #NoiFermiamoLfIndifferenza

 

 

 

 

 

 

Rif. #NoiFermiamoLfIndifferenza - 2018:

 

«Nato nel 2017 per fermare il fenomeno della violenza di genere nella comunità di Cologno Monzese, il progetto ha creato un Comitato di Uomini Virtuosi, rappresentanti di diverse categorie professionali, impegnati in prima persona con azioni concrete e iniziative di sensibilizzazione sul tema.»  >>>

 

 

 

#NoiFermiamoLfIndifferenza

 

Progetto contro la violenza sulle donne

 

==  «Un decisivo NO! alla violenza di genere»  ==

 

 

¥

 

 

 

Immagine > #NoiFermiamoLfIndifferenza -- Progetto contro la violenza sulle donne -- «Un decisivo NO! alla violenza di genere» -- 2018 // Progetto #NoiFermiamoLfIndifferenza, promosso dal Comune di Cologno Monzese, Janssen Italia e Regione Lombardia // Per aderire alla Campagna #NoiFermiamoLfIndifferenza > noindifferenza@comune.colognomonzese.mi.it
::
Rif. #NoiFermiamoLfIndifferenza - 2018: «Da oltre un anno un Comitato di uomini del territorio appartenenti a diverse categorie professionali è impegnato a combatterla.»

 

 

 

 

«(..) Il Comune di Cologno Monzese, Janssen Italia e Regione Lombardia, promotori del progetto, invitano gli uomini a  diventare esempi virtuosi per sconfiggere in prima persona il problema della violenza sulle donne, con azioni di sensibilizzazione e supporto concrete»  >>>

 

 

 

 

 

 

¡  Immagine - Locandina  >>>

 

 

¡  Comunicato - «Un decisivo NO! alla violenza di genere»  >>>

 

 

¡  SCHEDA - #NoiFermiamoLfIndifferenza 2018  >>>

 

 

¡  SCHEDA - "Progetto Artemisia"  >>>

 

 

 

 

Immagine > #NoiFermiamoLfIndifferenza -- Progetto contro la violenza sulle donne -- «Un decisivo NO! alla violenza di genere» -- 2018 // Progetto #NoiFermiamoLfIndifferenza, promosso dal Comune di Cologno Monzese, Janssen Italia e Regione Lombardia // Per aderire alla Campagna #NoiFermiamoLfIndifferenza > noindifferenza@comune.colognomonzese.mi.it
::
Rif. #NoiFermiamoLfIndifferenza - 2018: «Da oltre un anno un Comitato di uomini del territorio appartenenti a diverse categorie professionali è impegnato a combatterla.»

 

 

 

 

 

 

Comunicato

 

Un decisivo NO! alla violenza di genere, grazie a

#NoiFermiamoLfIndifferenza

 

Il Comune di Cologno Monzese, Janssen Italia e Regione Lombardia, promotori del progetto, invitano gli uomini a

diventare esempi virtuosi per sconfiggere in prima persona il problema della violenza sulle donne, con azioni di

sensibilizzazione e supporto concrete

 

 

Milano, 23 novembre 2018 – Un decisivo e definitivo gNo!h alla violenza sulle donne. È il motto alla base del Progetto #NoiFermiamoLfIndifferenza, promosso dal Comune di Cologno Monzese, Janssen Italia e Regione Lombardia.

Nato nel 2017 per fermare il fenomeno della violenza di genere nella comunità di Cologno Monzese, il progetto ha creato un Comitato di Uomini Virtuosi, rappresentanti di diverse categorie professionali, impegnati in prima persona con azioni concrete e iniziative di sensibilizzazione sul tema.

Una battaglia fondamentale, a cui ha deciso di unirsi in prima persona Emanuele Monti, Presidente III Commissione Permanente Sanità e Politiche Sociali di Regione Lombardia. Lfannuncio è stato dato proprio in occasione di #NonSeiDaSola, settimana di sensibilizzazione contro la violenza di genere promossa dal 19 al 25 novembre dalla Regione su iniziativa di Silvia Piani - Assessore alle Politiche per la famiglia, genitorialità e pari opportunità.

«Oltre 3milioni le donne che hanno subito qualche forma di violenza negli ultimi anni in Italia - ha affermato il Presidente Emanuele Monti -. Un dato impressionante e lfindifferenza deve finire. Bisogna mettersi in discussione radicalmente e metterci la faccia davvero, per questo ho aderito a #NoiFermiamoLfIndifferenza in prima persona. Regione Lombardia la faccia ce la mette da tempo e continua a farlo, ma da tutte queste importanti iniziative ora è il momento del cambiamento in termini concreti. La Regione cfè, noi ci siamo, quindi attenzione a qualsiasi forma di violenza, soprattutto psicologica, la più terribile di tutte».

A gmetterci la facciah per primi furono Massimo Scaccabarozzi, Presidente a AD Janssen Italia e Presidente di Farmindustria insieme a Angelo Rocchi, Sindaco di Cologno Monzese, ritratti con i loro volti, su poster, leaflet, locandine e sul sito del Comune. A loro si sono via via unite altre categorie di uomini che operano e lavorano a diverso titolo sul territorio di Cologno: Paolo Cusumano per le forze dellfordine, Davide Maita per i tassisti, Enrico Saccà per i docenti delle scuole.

 

«Volevamo fare qualcosa di veramente utile per il territorio in cui siamo - ha dichiarato Massimo Scaccabarozzi -. Abbiamo, quindi, iniziato questo percorso con il Progetto gArtemisiah, uno sportello di ascolto di aiuto alle donne in difficoltà. Poi, abbiamo capito che prevenire è meglio che curare, promuovendo azioni di sensibilizzazione nelle scuole e in generale nella società civile. La massima espressione di questa attività di prevenzione è stata la Campagna #NoiFermiamoLfIndifferenza. Vogliamo insegnare agli uomini a non essere violenti. Ma non ci fermiamo qui, questo è un progetto ambizioso che dopo il Comune e la Regione continuerà a coinvolgere nuovi attori, altri uomini. Ci rivediamo nel 2019».

Si stima che la violenza di genere coinvolga in Italia 8 milioni 816mila (43,6%) donne fra i 14 e i 65 anni, vittime di qualche forma di molestia, 3 milioni 118mila (15,4%) quelle che le hanno subite negli ultimi tre anni. Sono allfordine del giorno le notizie di casi di aggressioni, violenze domestiche, soprusi fisici e psicologici. Una situazione allarmante a cui è necessario porre rimedio subito.

Parte proprio da questa consapevolezza lfimpegno di Regione Lombardia, già impegnata da anni nel contrastare il fenomeno con il Piano quadriennale antiviolenza 2015-2018 e ora con la settimana di sensibilizzazione #NonSeiDaSola.

 

«Concluderemo questa settimana contro la violenza di genere promossa da Regione Lombardia con lfilluminazione, a partire da questa sera e in via del tutto eccezionale, del Palazzo della Regione di arancione, dalle 17:00 di oggi sino a domenica - ha dichiarato Silvia Piani, Assessore alle Politiche della Famiglia, genitorialità e pari opportunità di Regione Lombardia -. Per noi si tratta di un impegno che deve durare tutto lfanno e non solo questa settimana o il 25 novembre. Unfimpronta nuova questa di #NoiFermiamoLfIndifferenza perché parte dagli uomini. Un tema quello della violenza sulle donne discusso solitamente solo dalle donne, questa volta finalmente una Campagna in controtendenza».

Janssen Italia fa della valorizzazione del ruolo delle donne, uno dei suoi pilastri fondanti, tanto che le donne rappresentano il 45% dei dipendenti totali, nellfarea R&S sono il 70% e il 50% del CdA è composto da professioniste. Consapevole del fatto che, grazie allfimpegno delle proprie persone, ha raggiunto una posizione di leadership nel panorama mondiale delle imprese farmaceutiche, infatti, tutto il Gruppo J&J prevede lfassunzione di dipendenti di entrambi i sessi con una percentuale del 50/50, con le medesime politiche retributive, basate sulla meritocrazia e non sul ggenereh. Oltre a dedicare una particolare attenzione al benessere e alla salute dei propri collaboratori attraverso una filosofia di supporto della persona.

 

Disoccupazione, povertà e bassa scolarizzazione possono essere alla base di fenomeni di degrado sociale come quello della violenza di genere, che ahimè è piuttosto diffusa nella comunità di Cologno Monzese, dove su 47.971 abitanti, tra italiani e stranieri, 24.715 sono donne e dove è nato il progetto #NoiFermiamoLfIndifferenza.

 

«Con questa Campagna abbiamo deciso di spenderci personalmente e questa è stata lfintuizione vincente - ha commentato il Sindaco Angelo Rocchi -. Le donne vanno aiutate innanzitutto a sbloccarsi e a denunciare ogni tipo di violenza per avviare gli iter con le forze dellfordine e con gli sportelli di aiuto competenti. Speriamo ora che il progetto accolga nuovi uomini virtuosi e, perché no, che nascano nuove iniziative come questa».

Precursore di #NoiFermiamoLfIndifferenza, è stato il gProgetto Artemisiah, ideato e promosso a partire dal 2011 dallfAssessorato alle Pari Opportunità del Comune di Cologno Monzese con il contributo non condizionato di Janssen Italia. gArtemisiah, che in questi sei anni di attività ha aiutato molte donne, si sviluppa in due filoni principali: lo sportello di ascolto, ideato per offrire un aiuto concreto alle donne vittime di abusi e la promozione di cultura sul tema della violenza di genere, attraverso iniziative di sensibilizzazione rivolte alla cittadinanza e percorsi di educazione e prevenzione rivolti alle giovani generazioni, gli uomini e le donne di domani.

 

«Sono orgogliosa di essere qui oggi soprattutto perché il progetto è nato un anno fa ma non era assolutamente scontato che sopravvivesse - ha concluso Dania Perego, Assessore ai Servizi Culturali, Eventi e Sport, Servizi Scolastici, Prima Infanzia e Pari Opportunità, Comune di Cologno Monzese -. Questo è successo grazie allfimpegno concreto di tutti i promotori di #NoiFermiamoLfIndifferenza che ha fatto uscire la Campagna da un semplice slogan. Tassisti, professori, forze dellfordine si sono fatti avanti e noi li abbiamo accolti, ognuno con i propri progetti. Tutte idee semplici, quelle che più di tutte arrivano alla gente. Stiamo reclutando persone nella società civile e la risposta è stata ottima, questa è per me la più importante notizia. Appuntamento, quindi, al prossimo anno perché non ho dubbi che questo progetto crescerà ancora».

 

Per aderire alla Campagna #NoiFermiamoLfIndifferenza, contattare il numero 02.25308353 o scrivere a noindifferenza@comune.colognomonzese.mi.it.

 

 

 

Contatti:

Sabrina Spina

Ufficio Stampa Janssen Italia

Sspina1@its.jnj.com

 

 

 

 

 

 

 

 

SCHEDA

 

#NoiFermiamoLfIndifferenza 2018

 

 

 

#NoiFermiamoLfIndifferenza 2018

La Campagna del Comune di Cologno Monzese, Janssen Italia e Regione Lombardia

contro la violenza sulle donne

 

 

«Si stima che siano 8 milioni 816mila (43,6%) le donne fra i 14 e i 65 anni vittime di qualche forma di molestia, 3 milioni 118mila (15,4%) quelle che le hanno subite negli ultimi tre anni. Sono allfordine del giorno le notizie di casi di aggressioni, violenze domestiche, soprusi fisici e psicologici. La violenza di genere, che si sta sempre di più imponendo come tema pressante nel dibattito sociale, politico e mediatico, si manifesta sotto molteplici forme di discriminazione e prevaricazione a discapito del mondo femminile.

 

Per queste ragioni, Janssen Italia, azienda farmaceutica di Johnson & Johnson, e il Comune di Cologno Monzese (MI) con la partecipazione dellfAssociazione con Noi e Dopo di Noi Onlus, ha lanciato già nel 2017 lfinnovativa Campagna #NoiFermiamoLfIndifferenza, pensata come atto educativo e preventivo alla più ampia cittadinanza: lo scopo è rendere consapevole la popolazione sul tema della violenza di genere e mettere in atto azioni preventive sul territorio. Grazie a questa Campagna, lfimpegno è stato quello di rendere visibile il problema e concreto lfimpegno per arginare il problema.

 

A ottobre del 2017 il progetto nasce a Cologno, dove ha avuto il suo raggio dfazione nel corso dellfultimo anno. È stato creato un Comitato di Uomini che, uniti dietro a un deciso NO! Alla violenza di genere, hanno offerto il proprio impegno attraverso azioni concrete e lfesposizione del loro volto in favore di un cambio culturale: è dal sesso forte che deve arrivare il cambiamento. I due primi testimonial, grazie ai quali è stato dato il via allfiniziativa, sono Massimo Scaccabarozzi, Presidente e Amministratore Delegato di Janssen Italia e Angelo Rocchi, Sindaco del Comune di Cologno Monzese. Nel corso del 2017 e 2018, a loro si sono via via unite altre categorie di uomini che operano e lavorano a diverso titolo sul territorio di Cologno e che sono entrati a far parte del Comitato: Paolo Cusumano per le forze dellfordine, Davide Malta per i tassisti, Enrico Saccà per i docenti delle scuole.

 

#NOIFERMIAMOLfINDIFFERENZA DIVENTA REGIONALE

Un nuovo importante tassello di crescita dellfiniziativa, che ne attesta lfimportanza e il valore: è ora lfadesione al Comitato da parte di Emanuele Monti, Presidente III Commissione Permanente Sanità e Politiche Sociali di Regione Lombardia. Il Comitato acquisisce un nuovo membro, il suo messaggio e la sua azione non sono più solo sul territorio di Cologno Monzese, ma in tutta la Regione Lombardia.

 

LE AZIONI

Gli uomini del Comitato sono presenti, con i loro volti, su poster, leaflet, locandine e sul sito del Comune, con lo slogan #NoiFermiamoLfIndifferenza per presentare e pubblicizzare lfiniziativa.

 

LE FORZE DELLfORDINE

Le Forze dellfOrdine del Comune di Cologno Monzese hanno aderito al progetto e per il secondo anno consecutivo hanno organizzato e offerto corsi di autodifesa rivolti alle donne del territorio. I corsi, aperti a tutte le interessate, sono tenuti sia dagli agenti stessi, che in prima persona offrono il loro tempo e le loro competenze per dare consigli alle partecipanti su come prevenire situazioni di rischio, che da trainer esperti di autodifesa personale. La partecipazione è stata completamente gratuita per il primo anno e nel 2018 prevede solo il versamento della somma per lfassicurazione.

 

GLI INSEGNANTI

Gli insegnanti delle scuole superiori di Cologno Monzese hanno aderito al progetto come categoria che, essendo a stretto contatto con i ragazzi, può con il loro impegno innescare un meccanismo virtuoso di educazione e prevenzione della violenza di genere, affinché i giovani siano uomini più consapevoli un domani. Gli insegnanti di Cologno organizzano regolarmente degli incontri dedicati al tema. I ragazzi, oltre ad essere coinvolti in momenti di ascolto e di formazione, legati anche allformai consolidato progetto gArtemisiah, diventano soprattutto promotori attivi di una cultura della non violenza elaborando testi, rappresentazioni teatrali e opere dfarte, che si trasformano in comunicazione efficace, arricchimento per tutto il territorio ed evento centrale per la Giornata contro la violenza di genere. Inoltre, da questfanno, grazie alle competenze di docenti specializzati è stato pensato e attuato un progetto sulla comunicazione non violenta che vede coinvolti i ragazzi in situazioni laboratoriali. Lfobiettivo è coinvolgere le classi in situazioni che aiutino a sviluppare una maggior consapevolezza e una maturazione delle competenze emotive e relazionali.

 

I TASSISTI

La Cooperativa di tassisti di Cologno Monzese ha aderito al progetto mettendo a disposizione i propri gmezzih per dare la maggiore visibilità possibile alla Campagna, ai suoi messaggi e ai numeri utili dei servizi per le donne in difficoltà. Nei prossimi mesi, i taxi di Cologno esporranno in diversi modi lfimmagine di gNoiFermiamoLfIndifferenzah e il numero di emergenza per le donne che hanno bisogno di aiuto, in modo da portare più possibile in mezzo alla cittadinanza il messaggio gNO! Alla Violenzah. Inoltre, la loro adesione al progetto comporta lfimpegno a portare avanti delle iniziative concrete di servizio e sensibilizzazione sul tema, a nome della categoria che rappresentano.

 

 

Per aderire alla Campagna #NoiFermiamoLfIndifferenza, contattare il numero 02.25308353 o scrivere a noindifferenza@comune.colognomonzese.mi.it

 

 

 

Contatti:

Sabrina Spina

Ufficio Stampa Janssen Italia

Sspina1@its.jnj.com

 

 

 

 

 

 

 

 

SCHEDA

 

"Progetto Artemisia"

 

 

 

"Progetto Artemisia"

Perché dire basta alla violenza è un diritto di tutte le donne

 

gIo sono certa che nulla più soffocherà la mia rima. Il silenzio lfho tenuto chiuso per anni nella gola come

una trappola da sacrificio. È, quindi, venuto il momento di cantare una esequie al passatoh

 

 

«È affidato a queste rime della poetessa Alda Merini (Milano, 21 marzo 1931 – 1‹ novembre 2009) il significato più profondo del gProgetto Artemisiah che trae il suo nome dalla pittrice seicentesca Artemisia Gentileschi, vittima di stupro, insultata e diffamata nel corso del processo contro il suo violentatore, infine ritenuto colpevole dai giudici.

 

Ideato e promosso, a partire dal 2011, dallfAssessorato alle Pari Opportunità del Comune di Cologno Monzese (MI), con il contributo non condizionato di Janssen Italia, il progetto prevede una serie di iniziative per contrastare e prevenire il grave fenomeno della violenza sulle donne. Lfobiettivo è promuovere un radicale cambiamento socio-culturale sul tema della violenza di genere. Si sviluppa su due filoni principali: lo gSportello Artemisiah, pensato per offrire uno spazio di ascolto alle donne vittime di abusi, e la promozione di cultura sul tema della violenza di genere attraverso momenti di sensibilizzazione e percorsi di educazione e prevenzione rivolti alle giovani generazioni.

 

Per quanto riguarda lo Sportello (attivo su appuntamento al 339.1894966 tutti i martedì e giovedì), in questi anni ha già aiutato 77 donne, offrendo loro informazioni, consulenze legali e sostegno psicologico, Impiegate, operaie, insegnanti, dai 25 ai 65 anni, con gradi dfistruzione e storie personali diverse. Dopo il primo contatto, grazie al lavoro di unfequipe multidisciplinare (psicologhe, pedagogiste e avvocati), si procede con una risposta individualizzata e mirata (orientamento e invio ai servizi, presa in carico legale eccc). In molti casi si promuovono percorsi di sostegno psicologico pensati per dare voce al disagio di queste donne, portandole ad affrontare un percorso di rielaborazione del proprio vissuto, spesso tragico, e di emancipazione da una posizione passiva e di impotenza.

 

Lfobiettivo è ridurre lfisolamento vissuto da chi si trova in una situazione di conflittualità relazionale, conclamata violenza o di maltrattamento e far prendere loro coscienza della propria situazione, così che non possa ripetersi. Tutto questo, ovviamente, garantendo la massima riservatezza e segretezza. Nel percorso di aiuto, la collaborazione con i medici, i farmacisti e la rete sociale del territorio (associazioni, servizi) risulta fondamentale: circa la metà delle telefonate allo Sportello arriva in seguito al consiglio di un medico o grazie alle locandine esposte allfinterno delle farmacie e delle associazioni di Cologno Monzese.

 

Per quanto concerne le attività di sensibilizzazione, il Comune promuove interventi culturali sul territorio e percorsi di prevenzione alla violenza. Ne sono un esempio la serata gNon solo a Marzoh, organizzata in occasione della Giornata della Donna (8 marzo) per far riflettere sulla parità di genere e sul ruolo della donna attraverso performance musicali e teatrali. E ancora, la mostra gLa mia ferita la mia forzah del 19 novembre 2016, un ulteriore esempio di come lfarte possa porre lfattenzione su questa tematica, che ha visto protagoniste le opere dellfartista Pinuccia Mazzocco, ispirate al libro di Lucia Annibali gIo ci sono. La mia storia di non amoreh. Per la Giornata internazionale per lfeliminazione della violenza contro le donne (25 novembre), invece, sono stati coinvolti i ragazzi dellfIstituto Leonardo da Vinci di Cologno Monzese, protagonisti per un giorno nella promozione di una mattinata per riflettere, discutere e confrontarsi sul tema della violenza contro le donne.»

 

 

 

Contatti:

Sabrina Spina

Ufficio Stampa Janssen Italia

Sspina1@its.jnj.com

 

 

 

 

¡  Rif.:  #NoiFermiamoLfIndifferenza  >  «Un decisivo NO! alla violenza di genere»   £

¡  Rif.:  SCHEDA  >  #NoiFermiamoLfIndifferenza 2018   £

¡  Rif.:  SCHEDA  >  "Progetto Artemisia"   £

œ

 

Correlato - Leggasi anche:

«Janssen Italia, un'azienda in rosa. Perché le donne sono portatrici di valore»

>>  >>

 

 

 

 

 

 

▀▄▀▄▀▄▀

 

 

Immagine - rif: Regalo perfetto - Gift Card

 

 

Immagine - rif.: Liberi di Leggere! Top100

 

 

▀▄▀▄▀▄▀

 

 

 

 

 

 

www.COMUNICARECOME.it

Resp.: Marina Palmieri

All rights reserved - Tutti i diritti riservati

 

Back to Home

 

Back to Inizio pagina corrente